Continente Russia

recensioni

.
Autore: Aleksandr Dughin
Pagine: 104
Data di pubblicazione: 1991
Collana: L’altra Europa
Prezzo: 10.00 euri
.

Dughin (…) dirige la rivista “Elementy”: rassegna euroasiatica che si occupa soprattutto di geopolitica e predica la “rivoluzione conservatrice”; per primo ha tradotto in russo i testi di Evola e di Guénon, e già li diffondeva anni fa in samizdat (…) era dissidente con i comunisti, lo è adesso con quelli che chiama liberisti. In Italia (…) è stato pubblicato il suo Continente Russia.

(Natalia Aspesi, “La Repubblica”, 26 giugno 1994)

In Continente Russia, dopo l’articolo omonimo e quello su L’inconscio dell’Eurasia, Dughin passa a trattare del Nemico, dell’unico, vero “impero del Male”: l’America. (…) Il pensatore russo conclude Continente Russia con una panoramica su Le radici metafisiche delle ideologie politiche. (…) Padroneggiando da maestro una tematica filosofico-religiosa quanto mai complessa, con conoscenze culturali più uniche che rare, il nostro conduce una disamina su alcune “visioni del mondo” riscontrabili nella storia delle società tradizionali, fino alle loro forme degenerative moderne.

(Carlo Terracciano, “Origini”, 7, agosto 1992)

Carrello

Il tuo carrello è vuoto