Ifigenia

recensioni

.
Autore: Mircea Eliade
Pagine: 104
Data di pubblicazione: 2010
Prezzo: 15.00 euri
.

(…) Mutti, 1997, è tornato ancora sull’argomento a proposito del dramma Iphigenia, scritto da Eliade nel 1939 erappresentato a Bucarest nel 1941 (Iphigenia venne pubblicata nel 1951 per i tipi dell’Editura Cartea Pribegiei, Valle Hermoso, Argentina, e fu rappresentata di nuovo a Bucarest nel 1982, in occasione del settantacinquesimo compleanno di Eliade): Petru Comarnescu scrisse nel proprio Diario che Eliade aveva l’intenzione, mettendo sulla scena il sacrificio della figlia di Agamennone, morta per dare la vittoria ai Greci, di ricordare Corneliu Codreanu, e – osserva Mutti – tutto il lavoro teatrale, ricco di richiami alla Leggenda di Mastro Manole e a Miorita, è improntato alla spiritualità legionaria. Mutti cita la prefazione scritta da Eliade per l’edizione argentina di Iphigenia, uscita nel 1951 e nella quale l’Autore accosta la morte di Ifigenia a quella della sposa di Mastro Manole, e, aggiungiamo, anche nei Commenti alla leggenda di Mastro Manole lo studioso romeno riconduce il sacrificio della figlia di Agamennone all’ “antichissima ‘teoria’ della creazione attraverso la morte rituale” (…). In questo caso, non mi sentirei di escludere del tutto che davvero l’Ifigenia eliadiana potesse adombrare la figura di Codreanu, ucciso nella notte tra il 29 e il 30 novembre 1938 (ricordo del resto che Ioan Culianu, alla fine degli anni ’70, informandomi dell’esistenza di una tragedia di Eliade dal titolo Iphigenia, me ne fornì la medesima interpretazione). (…)

Paola Pisi, I ‘tradizionalisti’ e la formazione del pensiero di Eliade, in: AA. VV., Confronto con Mircea Eliade. Archetipi mitici e identità storica, a cura di Luciano Arcella, Paola Pisi, Roberto Scagno, Jaca Book, Milano 1998, p. 114

Carrello

Il tuo carrello è vuoto